Approccio multidisciplinare integrato alla gestione del malato con metastasi scheletriche
Il 7 aprile a Bologna un convegno discuterà le possibilit
per rafforzare la rete di cura intorno a un paziente particolarmente fragile

Si parlerà di Approccio multidisciplinare integrato alla gestione del paziente con metastasi scheletriche venerdì 7 aprile nel corso del seminario di formazione promosso da Fondazione ANT e Istituto Ortopedico Rizzoli con la direzione scientifica di Sofia Avnet, Costantino Errani e Silvia Varani.

Il convegno, che gode del sostegno di Banca Generali, del patrocinio del Comune di Bologna e sarà valevole per i crediti ECM, focalizzerà l’attenzione su un tipo di paziente, quello affetto da metastasi scheletriche, particolarmente delicato. Si tratta di pazienti, infatti, spesso con aspettativa di vita maggiore rispetto ad altri quadri clinici, ma qualità limitata e specifiche necessità non sempre tenute in adeguato conto dall’attuale sistema sanitario.

Partendo dagli aspetti strettamente clinici del trattamento, la giornata di studi andrà a toccare l’ambito della gestione e dell’integrazione del percorso di cura, con grande attenzione agli aspetti non solo sanitari ma anche sociali, che spesso incidono fortemente sulla qualità di vita di questo tipo di paziente.

Il convegno è infatti inserito in un percorso di collaborazione che si vuole progressivamente rafforzare e che vede coinvolte le strutture sanitarie del territorio, partendo dall’ospedale, in questo caso l’Istituto Ortopedico Rizzoli per il trattamento chirurgico e gli altri ospedali dell’area metropolitana che seguono pazienti oncologici, fino all’assistenza domiciliare portata avanti da Fondazione ANT e all’hospice. L’obiettivo di tale collaborazione è rafforzare la rete di cura intorno al paziente con metastasi scheletriche – particolarmente fragile e portatore di bisogni complessi – e alla sua famiglia, anche in un’ottica di maggior efficienza per il sistema sanitario: un trattamento chirurgico preventivo con un ricovero breve, accompagnato da un’assistenza puntuale che aiuti a tenere sotto controllo il dolore, può infatti restituire una qualità della vita dignitosa al malato, evitando contemporaneamente i costi della lunga gestione di un paziente invalido all’interno del nucleo familiare o di una struttura ospedaliera.

PROGRAMMA

Apertura dei lavori e saluti delle autorità
Raffaella Pannuti – Fondazione ANT, Bologna
Luca Rizzo Nervo – Comune di Bologna
Mario Cavalli – Istituto Ortopedico Rizzoli, Bologna
Antonella Messori – Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico S. Orsola-Malpighi, Bologna
Angelo Fioritti – Azienda USL Bologna
Mauro Brosco – Executive Manager Banca Generali

La rilevanza delle metastasi scheletriche nella patologia neoplastica
Moderatore: Guido Biasco (Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico S. Orsola-Malpighi)
Lecture: Andrea Ardizzoni (Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico S. Orsola-Malpighi)

Il trattamento integrato del paziente con metastasi scheletriche
Moderatori: Alba Brandes (Azienda USL di Bologna), Davide Donati (Istituto Ortopedico Rizzoli), Alessio G. Morganti (Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico S. Orsola-Malpighi)

L’oncologo: tra prevenzione e cura
Barbara Melotti (Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico S. Orsola-Malpighi)

Approccio chirurgico alle metastasi degli arti
Costantino Errani (Istituto Ortopedico Rizzoli)

Approccio chirurgico alle metastasi della colonna vertebrale
Alessandro Gasbarrini (Istituto Ortopedico Rizzoli)

Indicazioni e risultati della radioterapia
Silvia Cammelli (Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico S. Orsola-Malpighi)

Discussione

Medicina nucleare: diagnostica e terapia
Moderatore: Giovanni P. Frezza (Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico S. Orsola-Malpighi) Lecture: Stefano Fanti (Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico S. Orsola-Malpighi)

Discussione

Notizie dalla ricerca
Moderatore: Maria Paola Landini (Istituto Ortopedico Rizzoli)
Lecture: Il contributo della ricerca allo studio e cura delle metastasi scheletriche Nicola Baldini (Istituto Ortopedico Rizzoli)
Lecture: Lo studio METABONEPROT
Sofia Avnet (Istituto Ortopedico Rizzoli)

L’impatto della malattia tra costi sociali e carico sulle famiglie
Moderatore: Maria Rolfini (Regione Emilia-Romagna) Lecture: Luigi Palestini (Regione Emilia-Romagna)

La terapia palliativa
Moderatori: Danila Valenti (Azienda USL di Bologna), Italo Malavasi (Fondazione ANT)

L’antalgologo: farmaci e procedure Boaz G. Samolsky-Dekel (Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico S. Orsola-Malpighi)
L’embolizzazione delle metastasi scheletriche Giuseppe Rossi (Istituto Ortopedico Rizzoli)
L’impatto organizzativo e clinico nella gestione residenziale Carlotta Berzioli (Hospice MT. Chiantore Seràgnoli, Bentivoglio-Bologna)
Le problematiche della gestione domiciliare: il medico Jacopo Tamanti (Fondazione ANT)
Le problematiche della gestione domiciliare: l’infermiere Elena Piccinelli (Fondazione ANT)

17.00 – 17.30 Discussione e Conclusioni
Costantino Errani (Istituto Ortopedico Rizzoli), Silvia Varani (Fondazione ANT)

Saranno richiesti i crediti ECM per le professioni di Medico Chirurgo (tutte le discipline), Psicologo, Infermiere. Segreteria Organizzativa ANT tel. 0517190132 formazione@ant.it
L’iscrizione è gratuita previo registrazione online effettuabile dal sito www.mitcongressi.it cliccando su “Approccio multidisciplinare integrato alla gestione del paziente con metastasi scheletriche”.