Aeroporto Marconi di Bologna e Fondazione ANT
insieme per la prevenzione del melanoma

Offerte 90 visite dermatologiche gratuite ai dipendenti

Si è tenuta nei giorni scorsi la campagna di prevenzione del melanoma promossa da Aeroporto Marconi di Bologna a favore dei propri dipendenti, grazie agli specialisti di Fondazione ANT.

I medici esperti della Fondazione hanno offerto a 90 dipendenti dell’Aeroporto visite dermatologiche per l’individuazione del melanoma, un tumore che si sviluppa sulla cute, nelle mucose e nell’occhio e per cui la diagnosi precoce è particolarmente importante. Le visite di prevenzione sono state effettuate con l’ausilio di un videodermatoscopio.

Il progetto si sviluppa quale concreta azione di welfare aziendale intrapresa dall’Aeroporto per un percorso di tutela della salute dei propri dipendenti. Scegliendo ANT, l’Aeroporto si affianca a una realtà fortemente radicata sul territorio (ANT infatti nasce proprio a Bologna quasi 40 anni fa), creando una positiva sinergia di “eccellenze” locali.

È una importante occasione di prevenzione e sensibilizzazione che vede Fondazione ANT confermare il suo impegno per promuovere stili di vita salutari e diffondere la cultura della prevenzione oncologica dentro e fuori le aziende: “La prevenzione rappresenta ancora l’arma più efficace per combattere il cancro – commenta il presidente ANT Raffaella PannutiNegli anni ci siamo impegnati in maniera crescente per offrire progetti di educazione sanitaria nelle scuole e ai cittadini, costruendo parallelamente un programma ormai consolidato di visite e controlli gratuiti a favore dei cittadini e dei dipendenti di numerose aziende sostenitrici. L’impegno profuso è molto forte, tanto che dal 2004 a oggi abbiamo erogato oltre 148.000 visite e controlli per diverse patologie tumorali”.

“La nostra società – dichiara il Direttore Sviluppo Persone e Organizzazione di AdB Marco Vergasta lavorando molto sulla tutela della salute dei propri dipendenti e sulla promozione di sani stili di vita. Da alcuni anni, infatti, AdB offre a tutti i dipendenti un check-up di controllo di base all’anno, oltre ad una copertura sanitaria integrativa, oltre a quella prevista dal Contratto Collettivo Nazionale. La società, inoltre, ha aperto ad aprile il primo ristorante interaziendale biologico e vegetariano in un aeroporto italiano e organizza incontri periodici con una nutrizionista per dare consigli su cosa e come mangiare: una novità che sta dando ottimi riscontri sia tra i nostri colleghi, che tra i dipendenti delle altre società ed enti che operano in aeroporto. Infine non mancano le iniziative, promosse sempre dall’azienda, legate allo sport e in genere all’attività fisica”.