Formazione volontari

Fondazione ANT organizza periodicamente corsi di formazione per i cittadini interessati a prestare attività di volontariato. Gli incontri sono dedicati a chi vuole conoscere la missione dell’ANT ed approfondire i tipi di intervento d’aiuto possibili. Il programma del corso si compone di sei incontri, tutti obbligatori per chi vuole stare in contatto con il Sofferente e la sua Famiglia (volontariato socio-assistenziale).

Attività socio-assistenziale

Per i pazienti oncologici e per i caregiver è di grande importanza mantenere un contatto con la realtà esterna al nucleo familiare. La presenza del volontario costituisce quindi una risorsa umana per lo sviluppo di relazioni interpersonali di sostegno al paziente e alla sua famiglia.

L’azione dei volontari, svolta in modo organizzato e programmato nel tempo, avviene al domicilio dei pazienti in collaborazione con l’équipe sanitaria composta da medici, psicologi, infermieri e assistente sociale. Le attività dei volontari socio-assistenziali riguardano soprattutto: fare compagnia a casa, aiuto pratico nelle commissioni quotidiane, accompagnamento dei pazienti alle visite mediche.

Integrare la figura del volontario all’interno del progetto di assistenza domiciliare oncologica vuol dire anche proporre un cambiamento di tipo culturale nel difficile contesto in cui operano i professionisti in cure palliative. A questo scopo è necessario non solo fornire ai volontari una formazione adeguata, ma seguire il gruppo programmando mensilmente momenti di condivisione e supervisione.

Le facce del volontariato ANT video e storie da Volabo

Testimonianza ANT:

Per informazioni:
Rossana Messana – 051-7190132 – rossana.messana@ant.it

Attività promozionale

Più breve è il percorso formativo per chi vuole aiutarci con l’attività di raccolta fondi: in questo caso è necessario seguire le prime due unità tematiche del programma.

Per informazioni:
Maria Grazia Ferretti – 051-7190123 – promozione@ant.it

Un Volontario ANT può collaborare presso gli Ospedali Domiciliari Oncologici (ODO) o presso Delegazioni delle diverse città d’Italia, le occasioni e le modalità per sostenerci non mancano:

  • Dare un sostegno di ascolto attivo ed esserci per i malati e le famiglie.
  • Aiutare gli operatori ANT nel loro lavoro quotidiano nei diversi uffici dell’Istituto di Bologna o negli ODO delle 9 regioni d’Italia.
  • Contribuire a realizzare le manifestazioni per la raccolta fondi.
  • Collaborare alla gestione delle sedi locali.

Corsi volontari: