Ambiti di ricerca

Le ricerche attualmente in corso:

  • Il dolore oncologico e la sua gestione.

IL dolore sia per l’elevata frequenza che per il documentato impatto sulla qualità di vita rappresenta uno dei principali sintomi della malattia neoplastica.

Circa l’80% dei pazienti con malattia in stadio avanzato ha dolore da moderato a grave, nel 30-50% dei sofferenti inoltre possono verificarsi esacerbazioni improvvise della sintomatologia dolorosa definite come “Dolore Episodico Intenso”.

 Una corretta caratterizzazione del dolore per identificare la fisiopatologia sottostante può condizionare in modo significativo la strategia terapeutica.

Tuttavia l’eterogenietà e la complessità dei pazienti con dolore oncologico costituiscono una sfida rilevante per la ricerca.

La possibilità di predire la risposta analgesica, identificando i soggetti che hanno minore capacità di rispondere al trattamento standard per il dolore oncologico di base, la definizione dei possibili meccanismi patogenetici che determinano l’insorgenza del dolore episodico intenso nonché la definizione del suo trattamento rappresentano i nuovi punti di partenza per lo sviluppo di protocolli clinici di ricerca.

  • Nutrizione e stili di vita:  La fondazione ANT si occupa di promuovere la ricerca nel campo della nutrizione artificiale domiciliare (NAD) e del suo uso appropriato, al contempo promuove i corretti stili alimentari per la prevenzione dei tumori.
  • Psiconcologia: Gli aspetti psicologici e relazionali rivestono un ruolo centrale nella gestione del paziente in fase avanzata di malattia e della sua famiglia.

             I progetti di ricerca in tale ambito si focalizzano sull’identificazione e valutazione delle

dinamiche cognitive, emotive e comportamentali che caratterizzano il percorso di malattia, sia dei pazienti che familiari, ma anche rispetto all’equipe di cura. Particolare attenzione viene rivolta agli aspetti comunicativi e relazionali e al loro impatto sulla gestione della malattia. 

  • Cure di supporto: I diversi stadi della malattia oncologica possono essere caratterizzati da una grande varietà e intensità di sintomi che compromettono seriamente la qualità di vita del sofferente. Negli stadi iniziali le cure di supporto hanno lo scopo di prevenire e gestire eventuali eventi avversi associati a chemio-radioterapie, al fine di garantire il benessere psico-fisico del sofferente e una maggiore aderenza ai protocolli di cura sia in termini di intensità di dose sia di intervallo di somministrazione. Negli stadi più avanzati di malattia si aggiungono ai sintomi correlati ai trattamenti antineoplastici quelli relativi alla malattia. Da qui la necessità di intervenire con terapie di supporto che possano alleviare sia le complicanze fisiche che il carico emozionale dei sofferenti e delle loro famiglie, attraverso interventi psicologici e di supporto psicosociale.
  • Appropriatezza dei percorsi terapeutici assistenziali.

Lo scopo è quello di un utilizzo ottimale delle risorse per garantire uniformità di approccio terapeutico, criteri di riferimento e appropriatezza del percorso del paziente.

  • Spiritualità 

Progetto

La dimensione Spirituale nel Programma di Assistenza Domiciliare della Fondazione ANT

Il progetto di ricerca si svilupperà inizialmente su due direzioni:

1)  Studio esplorativo sul bisogno spirituale dei pazienti ANT

a. Questionario FACIT-sp + scheda anagrafica/sociologica
b. Indagine conoscitiva in 5-8 ODO (Bologna, Firenze, Puglia) sul bisogno spirituale nei

pazienti oncologici seguiti a domicilio

2)  Indagine su spiritualità/religiosità dei professionisti ANT (medici, infermieri e psicologi)

a. Questionario Daily spiritual experience scale (DSES) inviato a tutti I medici ed infermieri ANT da completarsi nell’arco di un mese

Referente : Dott. Martoni Andrea Angelo

Data attivazione prevista: 2° semestre 2014