La riforma del Terzo Settore come opportunità per le Aziende:
dalla misurazione dell’impatto sociale ai benefici della co-produzione di beni e servizi

Lunedì 20 novembre la IX edizione del Premio Eubiosia ANT

Per la sua nona edizione il Premio Eubiosia di Fondazione ANT apre una riflessione sulla riforma del Terzo Settore come opportunità per le aziende.

L’appuntamento dedicato alle realtà che sostengono la Fondazione – in programma lunedì 20 novembre alle ore 11 nella sede ANT di via Jacopo di Paolo a Bologna – sarà aperto dalla tavola rotonda “La riforma del Terzo Settore come opportunità per le Aziende: dalla misurazione dell’impatto sociale ai benefici della co-produzione di beni e servizi”. Si confrontano sul tema, moderati da Riccardo Bonacina di Vita e Andrea Greco di Repubblica – Affari&Finanza, Donata Lenzi della Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati, Massimiliano Monnanni, Segretario Generale Fondazione Poste Insieme Onlus, Filippo Montesi di Human Foundation, Raffaella Pannuti, Presidente ANT. Nel corso della mattinata verranno approfonditi gli obiettivi della riforma e alcuni aspetti accademici quali l’importanza della misurazione dell’efficacia della propria mission per le ONP e la necessità per le aziende di attivare nuovi strumenti per valorizzare il loro impatto sociale sul territorio.

I dati diffusi pochi giorni fa dall’Osservatorio sul bilancio di welfare delle famiglie italiane ci dicono che la spesa per l’assistenza ai non autosufficienti si è ridotta del 76% e che il welfare in generale pesa sui bilanci familiari per un 19% nel caso di nuclei economicamente più deboli e di un 14,7 in quelli con redditi medio-alti – commenta Raffaella Pannuti, presidente di Fondazione ANT – Sono dati che ci pongono urgentemente davanti a un interrogativo: come mantenere universali i diritti anche quando i bilanci nazionali non sono più in grado di sostenere un welfare esclusivamente pubblico.

Ci dobbiamo chiedere se nel prossimo futuro il Pubblico sarà in grado, da solo, di eliminare le diseguaglianze o se, piuttosto, potrà farlo in virtuosa collaborazione con gli enti del Terzo Settore e con le aziende.

La vera sfida dei prossimi decenni sarà mettere a sistema modelli di welfare integrati che riescano a coniugare quantità, qualità, economicità e umanizzazione dell’intervento.

ANT vuole essere protagonista di questo processo, in nome dell’Eubiosia, questa idea dirompente capace di attirare capitali umani e catalizzare l’attenzione su una tematica, quale la dignità della vita, che ha visto nella nostra Fondazione, nei sui Volontari e nei suoi collaboratori un mezzo formidabile e attualissimo di cambiamento.

A seguire saranno consegnati i Premi Eubiosia, i riconoscimenti dedicati alle aziende sostenitrici.

Nel pomeriggio, dalle 14.30 alle 17 sempre in sede ANT a Bologna, Fondazione ANT, con la collaborazione di Human Foundation e Social Value Italia, propone inoltre un workshop gratuito (ma con posti limitati) sulla misurazione dell’impatto sociale: la parte laboratoriale permetterà di acquisire una nuova metodologia per riconoscere le potenzialità delle partnership fra profit e non profit e di trovare soluzioni innovative e competitive capaci di accrescere il valore investito in Solidarietà.