Con ANT abbiamo potuto vedere che finalmente papà non era un paziente qualsiasi ma era una persona che aveva un problema e medico e infermieri erano lì per lui. Con i sanitari si è instaurato un magnifico rapporto. Sono sempre pronti, disponibili e sorridenti, per loro non ci sono orari, né ferie, una risposta per noi c’è sempre. Il nostro non è solo un grazie per ciò che ci donate: nostro padre vi considera i suoi angeli, persone di famiglia e di cui fidarsi. E quando in agosto i nostri genitori hanno festeggiato 50 anni di matrimonio hanno voluto fare qualcosa per ANT, per non averci mai abbandonato e averci tenuto per mano in questi mesi difficili.