Prevenzione al femminile senza confini
con Fondazione ANT, Associazione Sokos e Fondazione Museke

Visite gratuite per donne straniere in attesa di riconoscimento

Fondazione ANT ha recentemente avviato una collaborazione con l’Associazione Sokos di Bologna per offrire i propri progetti di prevenzione anche alle donne straniere in attesa del riconoscimento della propria posizione, presenti sul territorio bolognese.

Grazie a un contributo di Fondazione Museke nel corso del 2017 saranno effettuate 132 visite a immigrate irregolari (quindi non rientranti nei programmi di screening regionali) segnalate da Sokos, suddivise in 48 visite di prevenzione ginecologica; 48 visite di prevenzione dei tumori mammari per donne con età superiore a 45 anni, 36 visite di prevenzione dei tumori mammari per donne con età inferiore a 45 anni. Le visite saranno organizzate da ANT ed effettuate dai medici specialisti della Fondazione presso gli ambulatori della sede di Bologna in via Jacopo di Paolo, 36.

Il cofinanziamento di Fondazione Museke valorizza la sinergia tra due importanti realtà non profit, che uniscono le proprie competenze per rispondere a un bisogno socio-sanitario rilevante: si riscontra infatti, nelle popolazioni ad alta pressione migratoria, un’alta incidenza di tumore alla cervice uterina e al seno, ma sono ancora poche le donne straniere residenti in Italia che partecipano agli screening oncologici. Questo può essere motivato da ostacoli linguistici, culturali e burocratici che diventano vere e proprie barriere contro le quali è sempre più necessario promuovere una consapevolezza sui diritti, sui servizi e sui fattori di rischio legati alla salute.

Fondazione ANT vanta un’esperienza pluriennale nel campo della prevenzione oncologica, mentre l’Associazione Sokos da quasi venticinque anni è impegnata a garantire assistenza gratuita agli immigrati senza permesso di soggiorno, alle persone senza fissa dimora e a chiunque viva in una condizione di esclusione sociale nel territorio di Bologna.