Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia

Nel 2012 la Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia ha scelto di contribuire allo sviluppo dei progetti di prevenzione ANT sul territorio locale, supportando il Progetto Melanoma per la prevenzione dei tumori cutanei. Cinque le giornate di controlli gratuiti dei nevi: un’iniziativa fondamentale per sensibilizzare la popolazione all’importanza della prevenzione oncologica e della tutela della salute. La prevenzione primaria e secondaria è un’arma efficace di lotta al cancro: uno stile di vita sano, unito alla possibilità di sottoporsi a controlli periodici, aiutano a individuare eventuali segnali sospetti sul nascere. Molti tumori, se scoperti nelle prime fasi di sviluppo, presentano altissime possibilità di guarigione. La scelta della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia di donare le visite di prevenzione oncologica ai cittadini è quindi un importante segno di sensibilità verso il diritto alla salute pubblica. 

La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia persegue esclusivamente scopi di utilità sociale e di promozione dello sviluppo economico, individuando l’attuale territorio della provincia di Pistoia quale ambito di riferimento della propria attività.
La Fondazione cerca di operare con criteri di oggettività e di trasparenza, perseguendo un non facile equilibrio fra i vari settori statutari e fra le varie zone del nostro territorio.
Il ruolo della Fondazione è stato ed è quello di essere al servizio dei bisogni del territorio; di assicurare il miglior livello di efficienza nella collocazione delle risorse disponibili, individuando e quantificando le necessità del territorio; di rendere meno difficile il dispiegarsi delle iniziative e delle esperienze culturali e di volontariato sociale; di operare in sintonia con le altre istituzioni, specie con quelle investite democraticamente dai cittadini; di restituire al godimento collettivo ricchezze artistiche e culturali di cui il nostro territorio è dotato.
La Fondazione ha individuato i settori rilevanti, destinatari di almeno il 50% delle risorse disponibili, e gli altri settori statutari. Sono settori rilevanti: Arte e beni artistici; Attività e beni culturali; Istruzione; Assistenza e volontariato. Gli altri settori statutari sono: Sanità; Ricerca scientifica e tecnologica; Beni e protezione ambientale.