Fondazione Vodafone Italia

Fondazione Vodafone Italia ha sostenuto un innovativo progetto di ricerca, avviato a metà giugno 2014 per la durata complessiva di due anni. L’idea progettuale è quella di realizzare un sistema di controllo del dolore dell’assistito ANT, mediante auto rilevazione telematica periodica del livello di dolore percepito, effettuata direttamente dal paziente o da un suo caregiver. Il dolore infatti colpisce oltre il 60% dei pazienti oncologici che entrano nella fase avanzata della malattia e richiede un attento monitoraggio dell’intensità e frequenti aggiustamenti della terapia. Questo progetto sviluppa una modalità di monitoraggio e gestione domiciliare del dolore attraverso uno strumento informatico in grado di rendere più efficace e tempestivo l’intervento terapeutico, consentendo anche la raccolta dei dati clinici necessari alla valutazione dell’efficacia dello stesso. In ultima analisi, il progetto di ricerca consente di migliorare sempre più l’intervento assistenziale di ANT, sostenendo con serenità e professionalità la famiglia grazie al buon uso della tecnologia.

Fondazione ANT è stata inoltre protagonista dell’edizione 2015 di World of Difference, il programma promosso da Fondazione Vodafone Italia per offrire ai clienti Vodafone l’opportunità di mettersi al servizio del Terzo Settore. Dopo un’accurata selezione, uno dei 50 profili professionali individuati ha avuto l’opportunità di svolgere un’attività lavorativa – retribuita dalla Fondazione Vodafone – presso ANT per un periodo di 6 mesi. Katia Imbrogno, classe 85, laureata in economia e con esperienza pluriennale nel non profit, ha collaborato in ANT come impiegata amministrativa. Addetta alla contabilità clienti, fornitori e contabilità generale, si è occupata di registrazioni di incassi, controllo estratti conto clienti e solleciti di pagamento; registrazioni di fatture d’acquisto, registrazioni movimenti bancari, controllo e quadratura mastrini. La vediamo al lavoro nelle foto scattate durante la sua esperienza, che ha commentato così: <<Sono contenta di aver conosciuto una realtà importante come la Fondazione ANT Italia Onlus. Attraverso il progetto World of Difference, ho potuto vivere un’esperienza lavorativa positiva e formativa, grazie alle persone con cui ho collaborato, professionali e sempre disponibili nei miei confronti>>.

La Fondazione Vodafone Italia nasce nel 2002 dalla volontà dell’azienda Vodafone Italia di creare una struttura autonoma completamente dedicata ad attività di servizio e di solidarietà sociale a favore della comunità e in particolare dei soggetti in situazioni più disagiate. È una fondazione d’impresa di erogazione multiscopo in quanto non opera in un solo settore, ma intende agire in più campi in considerazione della molteplicità delle esigenze e dell’approccio globale e multisettoriale ai vari problemi. Persegue i propri scopi statutari operando attraverso l’assegnazione di contributi a progetti e iniziative ovvero promuovendo propri progetti e iniziative, anche in collaborazione, associazione o partecipazione con altre istituzioni, ivi comprese quelle da essa direttamente costituite. Opera con particolare attenzione nell’ambito delle “periferie”, intese in generale come “aree disagiate delle città” e a favore di progetti che direttamente o indirettamente utilizzino o sviluppino tecnologie di comunicazione a favore del mondo del non profit. . Dalla sua costituzione la Fondazione Vodafone Italia ha finanziato 373 progetti del Terzo settore, per un totale di oltre 69 milioni di euro.