A Bologna, nella sede di Fondazione ANT, il meeting annuale di Orion
progetto europeo dedicato all’open science per una ricerca scientifica inclusiva

Trenta persone da 8 Paesi dell’Unione Europea si riuniscono in questi giorni a Bologna, nella sede di Fondazione ANT, per il meeting annuale di ORION (Open Responsible Research And Innovation To Further Outstanding Knowledge) il progetto europeo finanziato nell’ambito del programma quadro Horizon 2020 che la Commissione Europea dedica a ricerca e innovazione.

Creato per costruire una cooperazione efficace tra Scienza e Società e rendere la conoscenza accessibile a tutti in un’ottica di condivisione e collaborazione tra enti ed empowerment dei cittadini, ORION coinvolge nove partner internazionali tra cui Fondazione ANT, la più ampia esperienza non profit in Italia per le attività gratuite di assistenza specialistica domiciliare ai malati di tumore e di prevenzione oncologica.

Insieme ad ANT sono partner 4 istituti di ricerca (Centre for Genomic Regulation –CRG, Masarykova Univerzita –MU, Max Delbrück Center for Molecular Medicine in the Helmholtz Association -MDC e The Babraham Institute- BI) e 2 finanziatori (Instituto de Salud Carlos III -ISCII e Jihomoravske centrum pro mezinarodmi mobilitu -JCMM).

Il consorzio conta anche due Civil Society Organization (di cui ANT fa parte assieme a Vetenskap & Allmanhet -VA), esperti in scienze sociali (Universitat autonoma de Barcelona – UAB) e una ricca rete di partner associati che rappresentano diversi stakeholder.

Il progetto si prefigge di incorporare i principi dell’Open Science e della Responsible Research and Innovation nelle organizzazioni che si occupano di ricerca.

Incorporare questi principi significa rendere il progresso scientifico più collaborativo trasparente e accessibile a tutti e allineare l’intero processo di ricerca ai valori, bisogni e aspettative della società.

Nel corso della due giorni bolognese i partner europei condivideranno progressi e aggiornamenti sul progetto, pianificando le azioni future che dovrebbero condurre alla creazione condivisa di esperimenti e good practice che coinvolgano diversi attori ed esplorino nuove modalità per rendere la ricerca scientifica più partecipata e inclusiva.

Fondazione ANT, già impegnata da anni in Europa nel progetto pilota European Innovation Partnership on Active and Healthy Ageing (EIP-AHA) e nel progetto SPAC, è stata coinvolta come partner d’eccellenza in Orion in qualità di realtà ponte tra la comunità scientifica e la cittadinanza, in virtù delle sue attività di assistenza – rivolta a 10.000 malati di tumore e famiglie ogni anno – di ricerca e formazione.

meeting annuale di Orion