Fondazione ANT ha aderito con entusiasmo al progetto di ricerca Global Trends in Giving promosso da Nonprofit Tech for Good e portato quest’anno in Italia da Italia non profit.

Lo studio si propone di analizzare la relazione tra cittadini, organizzazioni non profit e cause sociali con l’obiettivo di indagare la relazione tra le persone e le cause sociali, per capire quali variabili (personali, sociali, culturali) influenzano i comportamenti donativi e in quali modalità i cittadini desiderano essere ingaggiati dalle organizzazioni non profit, per contribuire alla generazione di un impatto positivo sulla collettività.

 

Perchè è una opportunità per l’Italia

Per la prima volta nel 2020 l’Italia è inclusa in questa importante ricerca internazionale, che nella precedente edizione ha interessato 119 paesi del mondo. Una nutrita partecipazione può fornire stimoli molto importanti per l’intero settore:

  • per i fundraiser, che potranno avere accesso a una fotografia aggiornata sull’evoluzione del sentiment dei cittadini verso il non profit, disponendo quindi di una freccia in più al loro arco per aiutare gli enti a sviluppare un posizionamento strategico coerente e contemporaneo;
  • per gli enti non profit, che potranno rivedere le modalità e i canali mediante i quali interagiscono con i propri donatori, attuali e potenziali, e volontari, per sviluppare relazioni più durature e forti con i propri stakeholder principali;
  • per gli enti non profit che operano in contesti geografici diversi e che potranno beneficiare di una analisi comparata internazionale per adattare le proprie strategie di community engagement ai diversi contesti culturali nei quali operano;
  • per i cittadini, che, grazie alle evidenze della ricerca, potranno maturare più consapevolezza di quanto il proprio ruolo sia determinate e di quanto le organizzazioni non profit siano costruite “a misura di cittadino”.

 

Cosa puoi fare tu

Che tu sia un donatore, un volontario o semplicemente un cittadino consapevole, la tua opinione può fare la differenza. Partecipare alla survey richiede solo pochi minuti del tuo tempo, ma può fornire informazioni determinanti per consentire al terzo settore di migliorare il proprio modello di intervento in favore della società.

 

Partecipa alla survey!