La visione del Welfare. Creare valore per la comunità

Si è tenuta oggi a Bologna l’undicesima edizione
del Premio Eubiosia “Franco Pannuti”

Ospite il presidente di Confindustria Emilia Valter Caiumi

Nuovi modelli di welfare, sanità 4.0 e volontariato aziendale sono stati i temi al centro dell’undicesima edizione del Premio Eubiosia, tenutasi oggi 13 novembre nella sede di Fondazione ANT a Bologna.

Il riconoscimento che la Onlus dedica ogni anno alle imprese e alle realtà che si sono distinte per il proprio impegno a sostegno della mission ANT, è intitolato a partire da quest’anno alla memoria del fondatore, il professor Franco Pannuti che oltre 40 anni fa immaginò, in anticipo sui tempi, un modello di assistenza sanitaria domiciliare che coniugasse eccellenza professionale, personalizzazione delle cure e umanità, a tutela della dignità della vita di ogni paziente oncologico in tutte le fasi della malattia.

La giornata si è aperta con il dialogo a più voci tra Valter Caiumi, Presidente di Confindustria Emilia, Paolo Tubertini della Direzione Ausl Bologna e Raffaella Pannuti, Presidente ANT sul tema “La visione del Welfare. Creare valore per la comunità”. Ha moderato gli interventi Ruggiero Corcella, Senior Editor del Corriere della Sera – Health Editorial Staff.

Le profonde trasformazioni demografiche di oggi, tra popolazione che invecchia e nuovi flussi migratori, costituiscono per tutti noi, imprese, non profit e settore pubblico, una sfida sul ruolo che possiamo giocare e sulle nuove alleanze da stringere per dare vita a forme di welfare innovative, veramente inclusive per tutti e portatrici di valore per i cittadini – commenta il presidente

Raffaella Pannuti – Fondamentale, in questo processo di integrazione tra Terzo Settore, Pubblico e Privato for profit, è la possibilità di misurare l’effetto delle nostre azioni sulla comunità di cittadini in cui operiamo. ANT ha cominciato a farlo diversi anni fa, prima ancora che la Riforma lo rendesse obbligatorio per tutti gli Enti del Terzo Settore, e proseguirà nel 2020 con un nuovo studio sull’impatto sociale curato da Human Foundation. Alla misurazione del valore prodotto dalle nostre attività sarà dedicata anche l’edizione 2020 della call Sprint4Ideas per individuare sistemi di rilevazione e di valutazione dell’impatto cost-effectiveness del nostro modello organizzativo di assistenza domiciliare.

Le premiazioni hanno preso il via proprio dall’edizione appena conclusa di Sprint4Ideas, la call for ideas nata – con il sostegno di Fondazione Cattolica, Vivisol, Igea Medical – per “contaminare” il modello di assistenza ANT con soluzioni ad alto contenuto innovativo. 

Relief si è aggiudicato il contributo da 20.000 euro nella categoria più strettamente legata all’assistenza domiciliare con un dispositivo magnetico endouretrale unisex, minimamente invasivo, sostituibile ambulatorialmente in modo semplice, che non risulta visibile all’esterno del corpo e che è in grado di ripristinare completamente il controllo della minzione anche in pazienti affetti da incontinenza urinaria grave.

Immerxive ha ricevuto il contributo da 15.000 euro nella categoria legata allo sviluppo di progetti di realtà virtuale con l’ampliamento dell’applicazione Il mondo di Yuma, pensata per rendere ai pazienti meno tediose le sedute di terapia, facendo leva sia sul potere di alto coinvolgimento della tecnologia VR sia su una attenta progettazione dell’esperienza-gioco in funzione degli obiettivi definiti.

PatchAI, invece, si aggiudica il contributo da 10.000 euro nella categoria “soluzioni ad alto contenuto innovativo da introdurre nel modello ANT”, per la realizzazione di una piattaforma cognitiva cloud e mobile per l’ottimizzazione e la digitalizzazione di tutte le fasi relative alla ricerca clinica, digitalizzazione dei questionari clinici, monitoraggio e automazione delle interazioni con i pazienti, analisi dell’andamento dei test clinici e dei comportamenti dei pazienti coinvolti nelle attività di sperimentazione.

Premio speciale messo a disposizione dal partner Réseau Entreprendre Italia che offrirà un percorso di accompagnamento a BOHR®. Attraverso l’utilizzo della tecnologia BOHR® facilita la gestione di dati e documenti in sanità, aumentandone qualità, affidabilità, sicurezza e privacy.

A seguire la mattinata è proseguita con la cerimonia di consegna dei Premi Eubiosia “Franco Pannuti” 2019:

Progetto che abbia maggiormente contribuito al Welfare territoriale e aziendale
Vincono pari merito: Rilastil e Credito Emiliano

Nel 2019 Rilastil ha sostenuto in prima linea con ANT la prevenzione del melanoma, permettendo così ai dermatologi ANT di offrire oltre 800 visite in Italia, grazie al tour dell’Ambulatorio Mobile ANT.

Dal 2015, con continuità, Credito Emiliano ha sposato la filosofia di tutela della salute dei propri dipendenti, offrendo nel corso degli anni diversi programmi di prevenzione con ANT e lavorando al nostro fianco su molte altre progettualità solidali.

 

Progetto ad elevato impatto sociale – Vince: Mellin

La solidarietà verso i più piccoli vede Mellin affiancarsi di anno in anno ad ANT, attraverso un’iniziativa dedicata al sostegno a “Bimbi in ANT”, progetto per l’assistenza medica e psicologica dedicata ai bambini sofferenti di tumore e ai piccoli che affiancano un adulto malato. Mellin è inoltre impegnata al proprio interno in iniziative di welfare: anche in questo caso ha scelto di affiancarsi ad ANT per proporre progetti dedicati alla prevenzione oncologica ai loro dipendenti.

 

Fedeltà nel supporto alla missione di ANT – Vince: Per Dormire

La collaborazione con Per Dormire, nata ormai tempo fa, si è rinnovata nel corso degli anni vedendo l’azienda sempre più coinvolta rispetto alla missione di ANT. Il contributo di Per Dormire ha consentito di sostenere l’attività di assistenza della Fondazione, ha offerto visibilità sui propri canali di comunicazione e, nel corso dell’ultimo anno, ha sostenuto la prevenzione del melanoma donando visite alla cittadinanza.

 

Progetto che abbia favorito maggiormente la partecipazione e il coinvolgimento dei dipendenti e della cittadinanza – Vince: La BCC ravennate, forlivese e imolese

La BCC ravennate, forlivese e imolese, già amica da anni della nostra Delegazione di Imola, si distingue per il secondo anno consecutivo  come partner di un progetto di welfare aziendale che comprende la prevenzione primaria e secondaria, la raccolta fondi per ANT attraverso il coinvogimento di soci e dipendenti anche con la realizzazione di un temporary charity point, e il sostegno ad eventi del territorio. Tale progetto, che lascia presagire ulteriori sviluppi in Romagna, costituisce un modello di riferimento per la sua articolazione e condivisione degli ideali di Eubiosia.

 

Premio speciale: “Quando la lotta alla contraffazione diventa solidarietà”
Vince: Guardia di Finanza – Comando Regionale Liguria

L’amicizia con la Guardia di Finanza si è consolidata nel corso degli anni, vedendo i referenti della GdF sempre più coinvolti attivamente a fianco della nostra missione, sia verso il tema della prevenzione che, più in generale, a sostegno delle nostre attività. Non da ultimo, l’esempio del progetto speciale che ha visto recuperare migliaia di capi contraffatti ad Albenga, per tramutare, a fini solidali e benefici, i risultati dell’attività istituzionale svolta dai militari nel contrasto all’illegalità, nello specifico settore della lotta alla contraffazione.

 

Progetto che abbia favorito maggiormente la diffusione del messaggio ANT attraverso i canali social –Vince: Cristina Fogazzi – Estetista Cinica – VeraLab

Grazie a un incontro sul web, ANT ha potuto ospitare l’evento Circo Cinico promosso da Cristina Fogazzi, nota su Instagram come L’Estetista Cinica, e dal suo team. Un’occasione straordinaria non solo sotto il profilo della raccolta fondi, ma soprattutto per il circuito virtuoso instaurato con una community web particolarmente sensibile.

 

Premio Speciale per il supporto comunicativo in prima persona ai progetti ANT
Vince: Cecilia Matteucci Lavarini

Testimonial di eccezione per ANT, sempre generosa sostenitrice ai nostri eventi, Cecilia Matteucci Lavarini ci affianca con un impegno in prima persona per sostenere valori e attività della Fondazione. La Signora Matteucci è stata inoltre testimonial della campagna ANT per i lasciti solidali, prestando la sua immagine gratuitamente.

 

Realtà che abbia sostenuto in maniera significativa lo sviluppo locale di ANT
Vincono pari merito: Lonati e Gruppo Cremonini

Lonati, storica azienda bresciana, ha immediatamente accolto la proposta di offrire ai propri dipendenti le visite di prevenzione del melanoma, organizzando ben tre settimane di controlli di diagnosi precoce.

Gruppo Cremonini è da anni a fianco delle nostre delegazioni locali di Modena e di Vignola, con donazioni in denaro e in materiale; sostiene inoltre il Paniere delle Eccellenze locali ed effettua progetti di prevenzione in Azienda.

Premi Speciali e Menzioni Speciali: 

Menzione Speciale per l’impegno alla diffusione della tutela della salute
attraverso iniziative di welfare aziendale
Vincono: KPMG e Automobili Lamborghini

Premio Speciale agli Ambasciatori della Solidarietà per ANT

Vincono: Fondazione Prosolidar, Manager Italia Emilia-Romagna e Francesca Benincasa

Premio Speciale per la comunicazione ANT

Vincono: Bottega Finzioni e ChiaLab

Premio Speciale per il sostegno costante alla Mission e agli eventi ANT

Vincono: FISAR, Accademia Belle Arti, Prof. Lorenzo Chiari

Nel pomeriggio, workshop aperto a HR manager e CSR manager su Volontariato d’impresa: come costruire una partnership vincente a cura di Fondazione Sodalitas. Franco Vannini, Fondatore Volontario di Fondazione Sodalitas e Patrizia Giorgio, Program Manager di Fondazione Sodalitas hanno presentato i risultati della ricerca condotta con GfK sul tema del volontariato d’ImpresaTiziana dell’Orto, Segretario generale della Fondazione EY Italia Onlus, Rossella Zunino Sustainability Leader EY FSO Italia e Giulia Camilla De Martini Senior Sustainability Consultant EY FSO Italia, hanno invece presentato la case history relativa alla propria esperienza di volontariato aziendale con ANT.

Il Premio Eubiosia “Franco Pannuti” 2019 è stato realizzato con il patrocinio di Assif, in collaborazione con Fondazione Sodalitas e con il generoso sostegno di Pizzoli, Staff, Tecnostudi, Buonristoro.

Guarda tutte le foto della giornata