Solidarietà, salute, prevenzione ed educazione alla resilienza
nel programma formativo di Fondazione ANT

Tante le proposte a disposizione delle scuole di ogni ordine e grado

Solidarietà, salute, prevenzione ma anche acquisizione di competenze ed educazione alla resilienza: al via il nuovo anno scolastico con Fondazione ANT e i suoi percorsi formativi diretti agli allievi e agli studenti delle scuole primarie, secondarie di primo grado e secondarie di secondo grado. La scuola rappresenta un luogo privilegiato nel quale imparare e sperimentare i principi di partecipazione e impegno nella vita della comunità. Concetti come solidarietà, volontariato, salute e corretta alimentazione possono essere facilmente appresi attraverso il contatto diretto con gli operatori e gli psicologi ANT.

Fondazione ANT Italia ONLUS e Associazione Amici ANT propongono delle azioni gratuite per le scuole, rivolte a studenti, insegnanti e genitori, con l’obiettivo di potenziare l’offerta formativa offrendo materiali didattici e spunti per le attività extrascolastiche. A seconda delle fasce di età si può scegliere tra diversi percorsi, alcuni legati all’ambito della solidarietà e del volontariato, altri dedicati alla sfera della salute fino al progetto “Cominciamo dalla fine – Conversazioni in classe sul tema della malattia e della perdita”. Due i progetti speciali in ambito culturale: la mostra-museo del cinema allestita ogni anno nella sede ANT di Bologna e Keep calm and don’t fake, progetto attivo solo sul territorio umbro, per fornire agli studenti le conoscenze essenziali per comprendere l’attendibilità di una notizia o di un’informazione, con particolare riferimento all’ambito scientifico.

Tra le proposte per gli studenti più grandi sono da segnalare anche progetti di alternanza scuola-lavoro (come il progetto Farmaco Amico per il recupero dei farmaci ancora utilizzabili) e di volontariato giovanile (nel Bolognese anche il progetto Sayes coordinato da Volabo) che hanno così l’opportunità di avvicinarsi, tramite la scuola, al mondo del lavoro e acquisire crediti formativi utili al curriculum scolastico. Nel corso del 2017, solo a Bologna, ANT ha ospitato circa 70 studenti per il progetto di alternanza scuola-lavoro: Nel primo approccio istituzionale al mondo del lavoro – hanno scritto gli allievi del Liceo Minghetti di Bologna al termine dell’esperienza – l’incontro con Fondazione ANT ci ha permesso di cogliere direttamente alcuni tra gli aspetti migliori di ciò che il termine «lavoro» può significare: un lavoro che, prescindendo completamente dalle dinamiche del profitto, vede l’uomo come centro esclusivo del proprio interesse; un lavoro finalizzato alla tutela della vita, alla ricerca medica, al sostegno fisico, psicologico e sanitario del malato oncologico e dei suoi familiari.

Per informazioni sui percorsi disponibili nelle diverse zone consultare ant.it, oppure scrivere a formazione@ant.it.