Hospice il Mandorlo

Il Family Hospice “Il Mandorlo”, gestito da Fondazione ANT Italia ONLUS in partenariato con ASP, è una struttura sanitaria residenziale, un luogo di accoglienza e ricovero, confortevole e familiare, destinato a pazienti oncologici e non, per i quali non è più possibile, anche temporaneamente, svolgere una adeguata assistenza a domicilio, che richiedono cure specialistiche palliative continuative in regime di ricovero.

Grazie al lavoro di una équipe multidisciplinare, composta da medici, infermieri, OSS, psicologo, fisioterapista, assistente sociale e volontari, gli operatori di Fondazione ANT garantiscono una presa in carico globale del paziente, attraverso un approccio sanitario inclusivo e olistico, ispirato al nostro valore fondante dell’Eubiosia, la “Buona Vita”, intesa come insieme di qualità che conferiscono dignità alla Vita.

Il Family Hospice “Il Mandorlo” vuole essere un prolungamento dell’ambiente domestico che accoglie il malato e la sua famiglia. Ogni paziente ha la possibilità di abitare la propria stanza in compagnia del proprio caregiver (familiare) che può essere ospitato 24 ore su 24, usufruendo di tutti i servizi riservati al paziente, oltre che dell’utilizzo della cucina-tisaneria e degli altri spazi comuni.

LA STRUTTURA

Il Family Hospice Il Mandorlo, situato nel territorio di Viggiano, è una struttura autonoma che si sviluppa su due piani.

Il piano terra è riservato agli ambulatori dei medici e agli altri servizi necessari per l’attività dell’Hospice.

Al primo piano l’area degenza, composta da 7 stanze singole, una sala comune per le attività ricreative e occupazionali e una cucina-tisaneria. Ogni stanza è dotata di letto singolo articolato elettronicamente con materasso antidecubito, di poltrona letto per un familiare, armadio guardaroba, bagno attrezzato, televisore, frigorifero, tavolo e sedie.

MODALITÁ DI ACCESSO

In presenza di una malattia cronico-degenerativa, i cui sintomi possono essere comunque alleviati, o di particolari criticità che possono rendere difficile l’assistenza a domicilio, i familiari del paziente possono richiedere il supporto del MMG (Medico di Medicina generale) che, riscontrata la presenza dei requisiti per l’eventuale ricovero, segnala il caso al Distretto Sanitario dell’ASP.

Al momento del ricovero il paziente dovrà presentarsi in Hospice munito di valido documento di riconoscimento, tessera sanitaria e opportuna documentazione sanitaria.

I VOLONTARI

Il volontariato è una risorsa insostituibile nelle cure palliative, sia per la sua attività di sensibilizzazione e informazione ai cittadini, sia per la capacità di accoglienza e di costruzione di una relazione di ascolto e aiuto nei confronti dei pazienti e delle famiglie.

All’interno dell’Hospice Il Mandorlo è presente l’Associazione Amici dell’ANT con un nutrito gruppo di volontari, adeguatamente formati, che si occupano sia dell’attività di divulgazione e informazione ai cittadini sulle realtà dell’Hospice e delle cure palliative, sia dell’accoglienza e assistenza ai pazienti e alle famiglie, attraverso attività relazionali e occupazionali.

COME RAGGIUNGERE LA STRUTTURA

Il Family Hospice “Il Mandorlo” si trova a Viggiano (PZ) in via Alberto Salvi, 6. Una volta raggiunto l’ingresso del paese, sarà facile proseguire per l’Hospice seguendo l’apposita cartellonistica installata.

CONTATTI:

mail: hospice.ilmandorlo@ant.it

  Telefono
Centralino +39.0975 1940016
Accoglienza +39.348.8727771
Degenza +39.345.7268797
Amministrazione +39.348.8903919

 ORARIO VISITE FAMILIARI

Mattina 11.30 – 13.30

Pomeriggio 18.00 – 20.00

 Scarica la brochure informativa

COME PUOI AIUTARCI

Offerte libere e donazioni in memoria:

VERSAMENTO IN C/C BANCARIO (Per versamenti dall’Italia e dall’estero):

Intestato a: FONDAZIONE ANT ITALIA ONLUS – HOSPICE IL MANDORLO

IBAN: IT65E0311142080000000001925

CARTA DI CREDITO:

Direttamente a questa pagina Dona-Online oppure telefonando al numero 051 7190159.

RACCOLTA FONDI CON FACEBOOK:

Da oggi è possibile inoltre raccogliere fondi a favore di ONLUS e realtà non profit in occasione di ricorrenze speciali attraverso Facebook > LINK

PRESSO LE DELEGAZIONI ANT DI BASILICATA E/O PRESSO LA STRUTTURA HOSPICE:

Con versamento presso gli uffici o le delegazioni di Fondazione ANT Italia ONLUS presenti nel territorio della Basilicata.

DONAZIONI CONTINUATIVE (SDD):

Poter contare su donatori che autorizzino il proprio Istituto di Credito a un periodico versamento ad ANT, costituisce una garanzia di continuità nel reperimento di risorse.

> Per info contattare il seguente numero: 3483153804

EVENTI A FAVORE:

Puoi sostenere la Fondazione ANT – ed in particolare il progetto Hospice Il Mandorlo – organizzando Eventi a sostegno di Fondazione ANT Italia ONLUS. Per info contattare il seguente numero: 348.3153804.

DIVENTA VOLONTARIO

Puoi fare molto per aiutarci ad assistere chi soffre: i volontari sono un elemento chiave a supporto delle attività dell’Hospice Il Mandorlo, sia nella raccolta fondi a favore di ANT, sia come risorsa imprescindibile a fianco dei nostri assistiti e delle loro famiglie.

Scegli di fare volontariato per ANT ed entra a far parte della Famiglia dell’Hospice Il Mandorlo.

Manda una mail a: hospice.ilmandorlo@ant.it

 

Dichiarazione Raffaella Pannuti

Il Family Hospice Il Mandorlo rappresenta per Fondazione ANT un rinnovato impegno nel territorio Lucano, su cui abbiamo investito molto in questi vent’anni sia in termini di risorse che di progettualità e buone pratiche – commenta Raffaella Pannuti, presidente ANT – Con l’Hospice Il Mandorlo non intendiamo cambiare modo di avvicinarci al Sofferente di tumore in fase avanzata e avanzatissima, ma proseguiamo nel nostro percorso in difesa della dignità della vita e ci sperimentiamo su un modello di assistenza complementare a quello che abbiamo sempre portato avanti in completa continuità con la nostra visione di un mondo in cui chi lotta contro il tumore non deve essere mai abbandonato. Quello che per noi resta immutato, a casa come in hospice, è un modello di assistenza sanitaria con profonde radici etiche e morali che mette la persona al centro. Come mio padre, il prof Franco Pannuti che nel 1978 avviò l’assistenza domiciliare ANT precorrendo i tempi, anche noi intendiamo l’hospice non più solo come punto finale dell’assistenza, ma come struttura di transizione, non per forza connessa con il fine vita. Un servizio che intendiamo integrare nel nostro modello assistenziale, per offrire soluzioni e opportunità il più personalizzate possibile a ogni paziente che si rivolge a noi.