PCTO: Percorsi per l’orientamento e lo sviluppo di competenze trasversali

I progetti di PCTO offrono ai giovani un’opportunità di approfondimento e conoscenza pratica di un preciso ambiente della società civile: il terzo settore nell’ambito socio-assistenziale. Fondazione ANT rappresenta la più ampia realtà non profit in Italia per l’assistenza specialistica gratuita ai cittadini affetti da patologia oncologica, integrando le prestazioni offerte ai pazienti dal servizio sanitario pubblico e dalle altre organizzazioni coinvolte nella rete di cura.

A causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19 i progetti di PCTO sono pensati in modo da poter essere svolti interamente a distanza o in modalità blended, a seconda delle indicazioni dell’istituto scolastico. In considerazione della specifica situazione di sospensione di tirocini e stage, è previsto l’utilizzo alternativo del project work in modalità formazione a distanza (FAD) come strumento di apprendimento basato sul learning by doing. I ragazzi delle classi coinvolte nei progetti utilizzeranno le tecnologie digitali come ausilio per esercitare la cittadinanza attiva, la collaborazione con gli altri e la creatività nel raggiungimento degli obiettivi di gruppo.

Obiettivi generali 

Diffondere il valore dell’Eubiosia (“La buona vita”) tra i giovani attraverso la conoscenza approfondita di una realtà che opera sulla base di valori morali specifici, definiti nella Carta dei Valori ANT. Coinvolgere gli studenti nel funzionamento di un’organizzazione del terzo settore può essere considerata come un’opportunità per migliorare la loro salute sociale, promuovendo così il senso civico all’interno della società.

Sensibilizzare gli alunni ai temi della malattia cronica e delle cure palliative attraverso la conoscenza diretta di volontari e professionisti attivi nel sostegno e nella divulgazione della legge 38/2010 per il diritto all’accesso delle cure palliative soprattutto nella fase finale della vita umana.

Avvicinare i giovani al volontariato e alla cittadinanza attiva. Il volontariato, candidato a patrimonio immateriale dell’umanità, è un motore indispensabile della società necessario per la crescita morale e civile, che ha acquisito un’importanza ancora maggiore con l’avvento della pandemia. La sensibilizzazione verso questi valori avviene con il coinvolgimento diretto degli studenti chiamati a proporre messaggi e idee volti a incoraggiare i giovani alla pratica del volontariato, valorizzando così il loro ruolo attivo nella comunità.

Sviluppare competenze chiave e life skills degli alunni.  Trasversale ad ogni fase del progetto sarà lo sviluppo di un atteggiamento responsabile volto a partecipare con pensiero critico e costruttivo, condividendo i propri punti di vista nel rispetto degli altri. Sarà favorita l’interazione con le tecnologie e i contenuti digitali in un’ottica di empowerment delle capacità comunicative e delle abilità di problem solving, nonché la capacità di sviluppare argomenti e di partecipare in modo costruttivo alle attività della comunità, incoraggiando stili di vita sostenibili.

Per informazioni:

Rossana Messana – 051 7190148
rossana.messana@ant.it