L’assistenza specialistica gratuita ANT è portata a casa del paziente da équipe multi-professionali composte da medici, infermieri e psicologi adeguatamente formati.

Per attivare l’assistenza domiciliare ANT è necessario:

  • Diagnosi di malattia oncologica
  • Richiesta scritta del medico di famiglia
  • Consenso informato del Paziente e della Famiglia al trattamento domiciliare
  • Ambiente abitativo idoneo
  • Figura di riferimento (caregiver) presente e capace nell’assistere il Malato nelle terapie e nella gestione del quotidiano

Il medico ANT effettuerà la prima visita a casa del Paziente entro 3 giorni lavorativi dall’accoglimento della richiesta di assistenza.

Le équipe garantiscono 24 ore su 24 e 365 giorni l’anno (anche nei giorni festivi) assistenza domiciliare e tutte le terapie palliative e di supporto necessarie ad affrontare in piena dignità le ultime fasi della vita.

  • Assistenza medica: palliativistica, oncologica e polispecialistica.
  • Assistenza infermieristica.
  • Assistenza psicologica:
    • Servizio di Psicologia clinica: colloqui ai Sofferenti, ai Familiari sia durante l’assistenza che successivamente per l’elaborazione del lutto. Incontri di gruppo rivolti a donne operate al seno e a Familiari per l’elaborazione del lutto.
    • Attività clinico formativa per Operatori sanitari e Volontari.
    • Progetto Eubiosia: divulgazione, diffusione dell’Eubiosia e dei principi etici e morali a cui si ispira.
  • Servizio famiglia: provvede a fornire direttamente a domicilio e gratuitamente tutti quei presidi medico-chirurgici atti a migliorare la qualità dell’assistenza per i Malati di tumore.
  • Servizio Emergenza Sociale: Fornitura di pacchi contenenti generi alimentari vari, forniti dal Gruppo Conad e dalla Fondazione Banco Alimentare.
  • Servizio alla persona: ANT eroga servizi di cura alla persona che comprendono: igiene personale in allettato, bagno in allettato, accompagnamento con o senza ausili in bagno dove il Paziente viene aiutato ad espletare la propria igiene.
  • Servizio PICC: grazie a una specifica formazione, équipe di medici e infermieri della Fondazione effettuano direttamente a casa dei pazienti oncologici il posizionamento del PICC (Peripherally Inserted Central Catheter) un catetere venoso centrale inserito perifericamente all’altezza del braccio, nella vena basilica o brachiale, sotto guida ecografica e con controllo mediante uno speciale elettrocardiografo. Senza alcun costo per i Sofferenti e le loro Famiglie, il PICC a domicilio viene utilizzato per favorire la somministrazione di farmaci, di liquidi e di nutrizione parenterale nei Pazienti assistiti dalla Fondazione ANT, nei quali sarebbe sconsigliata una ospedalizzazione finalizzata all’impianto di un accesso venoso.

Per attivare l’assistenza si può contattare l’Ufficio Accoglienza di Firenze al numero 055.5000210, oppure recarsi presso la sede di Via San Donato 38-40 Firenze dal lunedì al venerdì 9:30 alle 13:30

Contatti:
Firenze – Via San Donato 38-40 – 055 5000210
Valdarno Aretino (AR) – solo assistenza psicologica – 055 5000210
Massa – Via San Remigio di Sotto 16 – 0585 040532
Pistoia (Info Point) – Via Del Can bianco, 19 – 0573 359244
Prato (Info Point) – Via Boni, 5 – 0574 574716

E-mail: accoglienza.firenze@ant.it