Mi chiamo Eleonora e sono Volontaria  ANT da circa 22 anni. Da un incontro casuale è iniziata la mia collaborazione con l’Associazione ( poi diventata Fondazione). Era il 1998 quando da un invito a partecipare ad una cena di beneficienza, venni a conoscenza di questo ente benefico. Successivamente su richiesta della referente ANT Livia domandai a mio marito Massimo, Artigiano Orafo, (anche lui  divenuto poi volontario) di procurare qualche piccolo gioiello per la “Lotteria” che si sarebbe tenuta durante la cena a scopo di raccogliere fondi.

Eleonora insieme al marito Massimo alla raccolta fondi allo stadio Franchi

Da allora ho dato il mio contributo continuativamente con la presenza ai banchini per strada, in  alcune Chiese, Scuole e Istituti di tutti i tipi. Dall’Associazione arrivano ringraziamenti ed attestati: ma per me è più importante l’essere una Volontaria che dà il suo tempo affinchè i nostri Medici possano assistere gratuitamente ed al loro domicilio a persone che soffrono. Ed è per questo che sono io che ringrazio ANT. Una raccomandazione: consiglio a tutti coloro che si sentono depressi o annoiati di venire a fare Volontariato in ANT ! Fare qualcosa per gli altri, soprattutto se sofferenti, riempie di grande soddisfazione il cuore ed il tempo che altrimenti andrebbe sprecato.

 

clicca Qui per diventare volontario in Toscana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

C