Fondazione ANT Italia Onlus

Dona Ora Lavora Con Noi Regali Solidali Bilancio Sociale 5X1000 Charity Point

DONA ORA

Un Everest da scalare in nome di ANT

|

La nostra nuova piattaforma digitale per la raccolta fondi ha un punto di forza che vale più di tutti gli altri: è un luogo in cui sono le storie delle persone a ispirare gesti di solidarietà. Persone come Valentina, pronta a mettere la sua passione per la bicicletta al servizio della mission di ANT.

Valentina è romagnola.

Valentina è una splendida quarantenne. 

Valentina è un asso della bicicletta.

Valentina si cimenterà presto in un’impresa da grande atleta.

Valentina, che a gennaio ha perso il suo papà, ha voluto legare alla sua impresa una raccolta fondi.

Valentina, come destinataria del ricavato che raddoppierà di tasca sua, ha scelto Fondazione ANT.

Questa, in estrema sintesi, la storia di una donna che ama lo sport e la solidarietà e che domani, giovedì 27 giugno, si lancerà sui pedali per lo stupefacente #everestingdivale.

La nostra Vale, infatti, proverà a scalare per ben 15 volte consecutive la salita della Faggiola, tra la valle del Santerno e quella del Senio, sull’Appennino Tosco-Romagnolo. Colmando, in circa 300 km di salite ripetute, un dislivello totale di quasi 9mila metri. Pari, appunto, all’altezza dell’Everest.

E, per dare un senso ancora maggiore a questa gara contro se stessa, ha chiesto a tutti noi (a anche a te) di sostenerla versando una piccola cifra su https://insieme.ant.it/fundraisers/valentina-silvestri.

Il motivo per cui ha scelto proprio ANT è personale ed è legato al tumore che all’inizio di quest’anno le ha portato via suo padre. Al quale, quando si era ammalato, aveva promesso di riportarlo a casa presto dall’ospedale. 

Non riuscendoci, poi, vista una diagnosi più grave del previsto, Vale ha sentito dentro di sé il desiderio di fare qualcosa di concreto a sostegno di altre persone malate, in ricordo di chi amava e ora non c’è più. Tu ora puoi darle una mano, aiutando a tua volta le donne e gli uomini assistiti gratuitamente a domicilio dai medici, dagli infermieri e dagli psicologi di Fondazione ANT.

Grazie!